CF gir. A: Nessuna sorpresa, vincono Aragona, Canicattì, Sant’Agata, Terrasini e Us Volley

Stampa PDF
NatìLa prima giornata di campionato del girone A di serie C femminile, non ha concesso grandi emozioni. Tutti gli incontri si sono svolti come da pronostici della vigilia.
Vince il Sant'Agata contro la neo promossa Mauro Sport che dimostra di essere all'altezza della categoria, tornando da Militello con una sconfitta per 3-1 (23-25; 25-16; 25-19; 25-23), ma lottando alla pari contro una squadra che ha ambizioni diverse dalle palermitane. Le ragazze di Alioto infatti puntano alla tranquilla salvezza, il Sant'Agata vorrebbe tentare il salto di categoria.
Il Terrasini ha costruito una squadra che può certamente ambire alla promozione e che con un netto 3-0 (25-14; 25-14; 25-10) ha battuto il Diesse Leoni. La formazione di Enzo D'accardi annovera tra le proprie fila numerose atlete che hanno già militato in campionati superiori. Diversa la situazione per il Club di Linda Troiano, che mira a mantenere la categoria.
Esordio negativo per la Raimondo Lanza, che a Canicattì, contro La Natì Volley vince 3-1 (25-23; 25-19; 19-25; 25-19) contro la Raimondo Lanza. Marco Sabatino, tecnico riconfermato sulla panchina del Trabia che lo scorso anno ha chiuso in testa al girone, quest'anno avrà in rosa alcune giovani che non hanno mai disputato un campionato di serie C; più esperta invece la compagine di Canicattì che potrebbe essere la rivelazione del girone.
La nuova US Volley, nata dalla coalizione tra il GS Volley e l'US Volley appunto, ha vinto 3-0 la gara casalinga contro l'Altofonte. Una partenza tirata per le ragazze di Renato Ciappa, che riescono ad aggiudicarsi il parziale contro le giovani ed agguerrite ragazze di Domenico Cipolla solo ai vantaggi. L'Altofonte accusa il colpo e dal secondo set è un assolo delle padrone di casa che vincono senza grandi patemi d'animo.
Nessuna difficoltà per l'Aragona che si impone 0-3 (22-25; 12-25; 10-25) sulla Capacense. Le agrigentine sono certamente quasi tutte di categoria superiore e mirano senza nascondersi alla promozione in B2, la compagine di Enza Cataldo invece pensa a restare in questa categoria.