Europeo U21 Sordi dal 4 giugno a Palermo

Stampa PDF
Conferenza U21 SordiE' stata presentata stamane a Palazzo delle Aquile, alla presenza del Sindaco Leoluca Orlando, la seconda edizione dei Campionati Europei di Pallavolo U21 per sordi che si svolgerà a Palermo, al Palaoreto, dal 4 al 9 giugno. Cinque le nazionali presenti a questo torneo, declinate al femminile ed al maschile, e cioè Italia, Russia, Polonia, Turchia e Ucraina. La cerimonia di apertura si svolgerà lunedì 4 giugno alle ore 19, alla presenza di tutte le squadre e delle autorità cittadine e sportive.
L'evento, che si preannuncia di altissimo livello tecnico, è organizzato dall'ASD Spazio Sordo sotto l'egida della Federazione Sport Sordi Italia (www.fssi.it), in collaborazione con la FIPAV ed è inserito nel calendario ufficiale di Palermo Capitale della Cultura.
Inoltre, si avvale del patrocinio dell'ufficio sport del MIUR, del CONI Sicilia, del CIP, dell'Università degli Studi di Palermo e della Gesap.
Le partite saranno quattro al giorno con inizio alle 9,30 e le finali si svolgeranno sabato 9 giugno, alle quali seguirà la premiazione e la cerimonia di chiusura.
"Per la città di Palermo ospitare questa importante manifestazione è un nuovo punto di orgoglio che conferma l'ormai nostra internazionalizzazione - ha detto il Sindaco Leoluca Orlando durante la conferenza stampa - sarà un evento sportivo che coniuga l'amore per la vita, l'amore per lo sport e la cultura dell'accoglienza e tutto questo rientra inevitabilmente negli eventi legati a Palermo capitale della cultura e dunque delle culture. Sarà una grande festa dello sport"
"La grande soddisfazione del Comitato Organizzatore è quella di aver avuto la possibilità di portare a Palermo un campionato europeo di pallavolo di così alto livello tecnico - ha dichiarato il Presidente del C.O. Stefano Parra - poiché saranno presenti squadre che hanno fatto di questa disciplina uno sport professionistico. Infatti nazioni come la Russia e l'Ucraina hanno tra le proprie fila atleti di assoluto valore e che militano in campionati professionistici, così come la Turchia. Non sono da meno le donne poiché, una su tutte, - continua Parra - c'è la nostra nazionale italiana che è reduce dalle Olimpiadi Sordi del 2017, dove ha conquistato la medaglia d'argento. Dunque,-conclude il Presidente- ci sono tutti i presupposti per godersi una bellissima manifestazione sportiva e di garantito livello tecnico."